martedì 30 ottobre 2012

Ciao Papà

Sta diventando lentamente freddo dentro di me
Quanto a lungo potremo ancora rimanere qui
Rimani qui
Le ombre sono intorno a me
Da oggi le ore passeranno in un conto alla rovescia
Ma se ce ne andiamo
Facciamolo in due
Tu sei tutto quello che sono io
E tutto ciò che scorre nelle mie vene
Noi saremo sempre insieme
Non importa dove andiamo
Non importa quanto in fondo

Non essere qui da solo
Stiamo insieme
Nella notte
Tra un po' sarà finita
Stiamo insieme
Nella notte

Sento quando gridi
E seguo ogni tuo respiro
E anche quando
Il destino ci è avverso
Non importa cosa verrà dopo
Cosa ci separerà

Non essere qui da solo
Stiamo insieme
Nella notte
Tra un po' sarà finita
Stiamo insieme
Nella notte
Nella notte... in qualche tempo
Nella notte... insieme solo a te

Abbracciami. Non voglio essere qui da solo nella notte

Portami con te e abbracciami
Invece sono qui da solo nella notte

Non essere qui da solo
Stiamo insieme
Nella notte
Tra un po' sarà finita
Stiamo insieme
Nella notte


Tu sei tutto quello che sono io
E tutto ciò che scorre nelle mie vene
(In Die Nacht - Tokio Hotel)


Il testo della canzone che ho scritto sopra riesce a descrivere perfettamente il momento che sto vivendo. Perdere un genitore non è mai facile, ma lo è ancora meno se hai solo 17 anni e se te lo vedi strappato via da un maledettissimo tumore.
Non esistono le parole giuste per descrivere quello che provo... ho solo la certezza che lui mi mancherà per sempre. Mi mancherà non poter più raccontare a lui tutto ciò che succedeva a scuola. Mi mancheranno tutte le sue battute e i suoi innumerevoli scherzi. Mi mancheranno soprattutto i nostri meravigliosi viaggi per andare a vedere i Tokio Hotel.
Adesso ci sono solo lacrime e tanto, tantissimo dolore. Tutto sembra così irreale, così profondamente ingiusto.
Però so anche che lui vivrà per sempre dentro me e mi accompagnerà in ogni momento della mia vita poichè non importa cosa verrà dopo, cosa ci separerà... Lui è tutto quello che sono io e tutto ciò che scorre nelle mie vene.
Papà, ti voglio bene e te ne vorrò sempre.



4 commenti:

  1. ogni parola in queste circostanze è superflua e può apparire sciocca...anche se non ti conosco ti sono vicina....un bacio

    RispondiElimina
  2. Ciao Giada, non ci conosciamo ma sono una fashiolista come te.
    Un abbraccio forte, forte.
    Inès

    RispondiElimina